WhatsApp Image 2020 02 20 at 17.38.45

Gli studenti che partecipano al partenariato strategico Erasmus+ P.O.R.T.S (People Organising Redevelopment Technology and Sustainability), 11 febbraio 2020 si sono recati, insieme a due docenti che coordinano il progetto, alla capitaneria del Porto di Brindisi per svolgere le attività programmate all’interno del progetto che vede gli studenti italiani, insieme ai loro coetanei portoghesi, greci, croati, estoni e ciprioti, impegnati nello studio e l’analisi delle attività produttive e delle operazioni portuali.
“Step” iniziale del programma, questa attività ha lo scopo di far prendere coscienza della realtà del porto ed in particolare degli aspetti strutturali ed organizzativi del sistema portuale.

Le autorità portuali ci hanno accolto cordialmente e con estrema disponibilità e partecipazione.
Oltre ad acquisire preziose informazioni, gli studenti hanno avuto l’opportunità di porre domande e di discutere con i due comandanti sulle questioni utili al compimento del loro progetto:
la realizzazione di un prototipo in 3D di uno “Smart and Green Port”, che sarà il risultato finale del progetto che coinvolge le altre cinque scuole partner europee.

La capitaneria di porto, nelle persone dei due comandanti, e la responsabile del settore commerciale del porto di Brindisi. Dott.ssa M. De Luca, hanno espresso apprezzamenti nei confronti del Programma Erasmus+ , dell’entusiasmo dimostrato dai ragazzi, della loro capacità progettuale e ricchezza di idee.

(Galleria)